Italian Ultras Killed By Gypsy (Rom).

PESCARA – C’è tensione a Pescara, all’indomani dell’omicidio dell’ultrà Domenico Rigante, 24 anni, ucciso con un colpo di pistola da un commando di rom che probabilmente lo ha scambiato per il gemello Antonio. I «Pescara rangers», di cui faceva parte anche Rigante, hanno appeso dinanzi a Palazzo di Città uno striscione contro i rom con scritto: «Avete cinque giorni per cacciarli dalla città». Intanto prosegue la caccia al presunto assassino, Massimo Ciarelli, nomade di 29 anni. Il suo nome lo ha fatto lo stesso Rigante prima di morire. Ciarelli ha alle spalle una catena di precedenti. Anche Rigante aveva problemi con la giustizia, era stato diffidato con il Daspo, il dispositivo che impedisce l’ingresso negli stadi.

Tensione. Il città la tensione è al massimo. Una rappresentanza di tifosi della curva nord ha incontrato dinanzi a Palazzo di Città il sindaco, Luigi Albore Mascia, e il presidente della Provincia, Guerino Testa, chiedendo una immediata risposta degli amministratori locali. I tifosi hanno annunciato al sindaco Mascia che domenica mattina si svolgerà una manifestazione pubblica in piazza del comune a Pescara a cui sarà chiesta la partecipazione di Prefetto, Questore, uomini di Polizia, Carabinieri e Guardia di Finanza oltre ai rappresentanti delle istituzioni cittadine.

Il Primo cittadino. Il sindaco Luigi Albore Mascia rivolgendosi ai tifosi ha assicurato che le «forze dell’ordine stanno lavorando 24 ore su 24 per assicurare alla giustizia l’autore dell’omicidio. C’è preoccupazione in città, ma ci auguriamo che non accada nulla di grave. Pescara non è la città da far west che molti vogliono dipingere».

L’autopsia. Si svolgerà probabilmente questo pomeriggio l’autopsia sul corpo di Domenico Rigante. Il Pm Salvatore Campochiaro, che conduce le indagini, ha affidato all’anatomopatologo Giuseppe Sciarra l’incarico per effettuare l’autopsia. È stato nominato anche un perito balistico, Gaetano Rizza, del gabinetto interregionale di polizia scientifica di Ancona che dovrà analizzare la traiettoria dei due proiettili che hanno poi causato la morte di Rigante. La squadra mobile della Questura di Pescara continua nel frattempo a ricercare in tutta Italia Ciarelli, pescarese, appartenente ad una nota famiglia Rom del capoluogo adriatico.

Funerali. I funerali di Domenico Rigante dovrebbero tenersi domani pomeriggio nella chiesa parrocchiale di Villaggio Alcyone di Pescara.

Leave a comment

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s